Ammortamento Mutuo

Insieme al contratto di mutuo viene stilato un documento molto importante che si chiama piano di ammortamento.
Con questo documento l'ente finanziatore e chi richiede il mutuo definiscono le condizioni che il mutuatario dovrà rispettare per ripagare il debito contratto con il mutuante.
Il piano di ammortamento contiene la definizione di tutte le rate da pagare e specifica tutte le informazioni di pagamento come scadenze e composizione delle quote di interesse e di capitale.

Stilare il piano di ammortamento definitivo, cioè riguardante il mutuo completo, è possibile solo quando il mutuo è a tasso fisso, dato che il tasso di interesse calcolato sulle varie rate è fisso e non varia in relazione all’andamento dei mercati finanziari.
Quando invece il tasso di interesse è variabile, si stendono dei piani di ammortamento di breve durata, di solito un anno, trascorso il quale si predispone un nuovo piano di ammortamento, ricalcolando il tasso di interesse in base all'andamento dei mercati finanziari.

Ogni rata del mutuo compresa nel piano di ammortamento è composta da una quota che corrisponde al capitale iniziale prestato e da un’altra parte che corrisponde agli interessi da corrispondere a chi ha concesso il mutuo.
La maggior parte dei mutui presentano un limitato periodo iniziale, in cui si rimborsano i soli interessi (non il capitale), detto preammortamento.
Il preammortamento varia da ente ad ente e si aggiunge al periodo dell'ammortamento aumentando la durata complessiva del rimborso.

Molti istituti finanziari includono il preammortamento nella durata del mutuo, ma per compensare la riduzione dell'ammortamento, le rate sono più alte, quindi non c'è alcun vantaggio economico per il mutuatario.



Vi sono diverse tipologie di ammortamento di un mutuo:
- l'ammortamento alla francese è il più noto; ogni rata prevede una quota capitale ed una quota interessi. Le quote sono crescenti per il capitale e decrescenti per gli interessi. All'inizio quindi la rata è composta prevalentemente da interessi, mentre verso la fine del mutuo aumenta la quota capitale;
- piani di ammortamento a rate crescenti; le rate per il rimborso del mutuo non sono fisse ma aumentano di importo ad ogni rata;
- piano di ammortamento libero; le rate sono composte solo dalla quota di interessi e il capitale può essere rimborsato liberamente entro scadenze fissate precedentemente;
- ammortamento a rata fissa e durata variabile; in questo caso la rata rimane costante mentre le variazioni dei tassi determinano l'accorciamento o l'allungamento del piano di rimborso;
- piano di ammortamento tedesco; è simile al piano di ammortamento francese dato che prevede il pagamento di una rata costante, con la differenza che il pagamento degli interessi avviene in via anticipata, cioè all'inizio del periodo in cui gli interessi maturano;
- piano di ammortamento americano, detto anche a due tassi; coinvolge un'operazione di finanziamento ed un'altra di investimento. La rata viene divisa in due parti: la prima ripaga il costo degli interessi, invariati per tutto il tempo, l'altra è indirizzata ad un piano di accumulo retribuito ad un tasso di norma inferiore, con l'obiettivo di capitalizzare il fondo di ammortamento, dando origine ad un importo pari al debito contratto.

Vogliamo ora puntare la nostra attenzione sul sistema piú utilizzato per contrattare i mutui, quallo cosiddetto alla francese.
Il sistema risulta di facile utilizzazione in quanto è facilmente programmabile e la rata risulta essere sempre la stessa.
I problemi potrebbero nascere nel momento in cui il mutuatario scelga di pagare il dovuto e chiudere il contratto anticipatamente.

Con il sistema alla francese il debitore infatti rischia di pagare interessi sugli interessi, cosa vietata dal sistema giuridico italiano.
Come puó succedere questo? In poche parole, con questo sistema di ammortamento mutuo il debitore paga inizialmente solo gli interessi, perció, nel caso voglia estinguere il mutuo, non potra risparmiare sugli interessi, in quanto li ha giá pagati in anticipo.

Raccomandiamo quindi di prendere in considerazione altri metodi di ammortamento nel caso vi sia una remota possibilitá di poter estinguere il mutuo in anticipo.
Ricordiamo inoltre che, grazie alla Lagge Bersani, tutti coloro che abbiano acceso un mutuo sulla propria casa e volessero cambiare piano ammortamento, sono totalmente appoggiati ed aiutati dalla legge.
A differenza del passato infatti, la portabilitá del mutuo è diventato un diritto e non piú solo un'eccezzione che la banca puó fare al cliente.
Chiunque non si trovi piú a suo agio con le rate del proprio mutuo, puó oggi contattare una qualsiasi altra banca e fare richiesta di surroga del mutuo.
Non esiste piú alcuna penale da pagare e la nuova banca si sostituirá alla vecchia per la riscossione delle relative rate, aggiornate agli interessi attuali.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Ammortamento Mutuo

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy