Mutuo Casa

Il cosiddetto compromesso è un concetto particolarmente importante da intendere quando il soggetto che vuole acquistare casa ha anche bisogno di richiedere un mutuo.
Il compromesso è infatti uno dei documenti da presentare in fase di richiesta di un mutuo.

In generale nel compromesso, l'aspirante acquirente consegna all'aspirante venditore una somma di denaro detta caparra confirmatoria, a titolo di anticipo per l'esecuzione del contratto di compravendita.
La caparra in questo caso ha funzione confirmatoria e cioè di anticipo per l'esecuzione del contratto.
Il versamento può anche avvenire a titolo di caparra penitenziale, per cui, se a recedere dall'impegno di acquisto è l'aspirante acquirente, questi dovrà per legge rinunciare alla caparra già versata; se invece a rompere la promessa di vendita è il venditore dell'immobile, questi dovrà restituire il doppio della caparra penitenziale all'aspirante compratore.
Se la caparra è a titolo penitenziale, e cioè vi è connesso il diritto di recesso, deve essere esplicitamente dichiarata tale al momento del versamento, con accordo fra le parti contraenti.

Una volta consegnata la caparra, le due parti si riservano la scelta tra l'acquisto/vendita e il recesso.
Il recesso può avvenire quindi unilateralmente, ma è anche a titolo oneroso.
E' anche possibile versare un acconto, cioè una parte del prezzo prima della stipula del contratto di vendita.
L'acconto, a differenza della caparra, va sempre restituito se la compravendita non va a buon fine.
L'acconto, la caparra confirmatoria e la caparra penitenziale vengono comunemente consegnati all'atto della sottoscrizione del preliminare di vendita dell'immobile.



Il preliminare di vendita impegna aspirante venditore ed aspirante acquirente a stipulare entro una certa data l'atto pubblico di compravendita.

Si tratta quindi di un contratto preliminare (diverso dal contratto definitivo) che si stipula quando la compravendita, per diversi motivi, non può concludersi in brevissimo tempo. Per esempio nel caso in cui l'aspirante compratore non ha a disposizione l'intera somma per acquistare l'immobile e deve chiedere un mutuo per l'acquisto di una casa.

Nel compromesso si stabilisce: il prezzo dell'immobile; le modalità di pagamento del prezzo concordato; la data di stipulazione dell'atto pubblico, chiamato anche rogito; l'importo versato a titolo di acconto, caparra confirmatoria o caparra penitenziale; in questo contesto bisogna anche presentare la dichiarazione di assenza di ipoteche sull'immobile in questione; la descrizione dell'immobile e delle sue pertinenze; la dichiarazione che l'immobile è regolare rispetto alle norme sull'edilizia, oppure la dichiarazione che gli eventuali abusi edilizi sono stati condonati.

Raccomandiamo una certa attenzione al momento di scegliere la modalitá di ammortamento del mutuo.
La rata mensile puó infatti essere inizialmente composta prevalentemente da interessi, mentre verso la fine del mutuo aumenta la quota capitale, puó essere composta all'inizio dalla sola quota di interessi e il capitale può essere rimborsato liberamente entro scadenze fissate precedentemente, la rata puó essere costante, ma con pagamento degli interessi in via del tutto anticipata, cioè all'inizio del periodo in cui gli interessi maturano, ecc.
Il sistema piú utilizzato per contrattare i mutui risulta essere quello cosiddetto alla francese.
Il sistema risulta semplice e facilmente programmabile in quanto la rata risulta essere sempre la stessa, ma con una pesante quota interessi all'inizio del mutuo.
Qualora si decidesse ad un certo punto di estinguere il mutuo anticipatamente, il debitore rischierebbe di aver pagato interessi inutili fino a quel momento ed al momento della chiusura del contratto non risparmierebbe nulla. La quota interessi risulterebbe infatti giá pagata, laddove la quota capitale risulta sempre la stessa nel tempo.

Tutto ciò che viene firmato dalle due parti in sede di compromesso ha un'importanza notevole in quanto successivamente, nel rogito, il notaio dovrà riportare tutte le clausole acquisite mediante compromesso e tralasciare solo le condizioni in palese contraddizione con la legge.
Si consiglia inoltre di rivolgersi ad un agente immobiliare, magari non interessato alla compravendita, per verificare che le condizioni e le clausole siano effettivamente corrette e complete.

Il cosiddetto mutuo fondiario è una forma di mutuo a medio e lungo termine, comunque oltre 18 mesi.
Con il contratto di mutuo, la banca offre un importo di denaro per il richiedente, secondo un piano di ammortamento stabilito al momento della firma del contratto.
In tutti i casi ricordiamo che l'importo massimo erogabile con il mutuo ipotecario è pari al 80 % del valore della bene ipotecato.
Le banche possono prestare fino al 100% se i clienti prestano delle garanzie aggiuntive, come fideiussioni bancarie o polizze assicurative.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Mutuo Casa

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy