Tassi Mutui

Oltre ai mutui a tasso fisso ed ai mutui a tasso variabile, che sono quelli più noti, esistono altri tipi di mutuo, nati grazie all’aumento della concorrenza delle banche e delle finanziarie in questo settore.

Le tipologie di tasso di interesse più noti sono:
- MUTUI A TASSO MISTO. Sono, in parole povere, una via di mezzo tra i mutui a tasso fisso e quelli a tasso variabile.
Di solito dopo un periodo a tasso fisso il mutuatario può scegliere se optare per un tasso di interesse variabile o continuare a pagare un tasso di interesse fisso; si può anche partire da un tasso variabile ed optare successivamente per un tasso di interesse fisso.
Come per gli altri tipi di tasso, anche il mutuo a tasso misto può prevedere un periodo con tasso d'ingresso.
A fine periodo il cliente potrà decidere se cambiare e, comunque l'ente finanziatore, ad intervalli stabiliti nel contratto di mutuo, chiederà al cliente se è intenzionato a cambiare tipologia di tasso o se vuole continuare a pagare il tasso di interesse attuale.
I vantaggi del tasso di interesse misto sono evidenti, in quanto il mutuatario ha la possibilità di scegliere il tasso che più gli conviene relativamente alle sue condizioni economiche ed alla situazione dei mercati finanziari.

- MUTUI CAP O A TETTO MASSIMO (sono detti anche CAPPED RATE). Sono in parole povere dei mutui a tasso variabile, con la particolarità che l'interesse rimane per tutta la durata del mutuo al di sotto di una certa soglia stabilita per contratto con l'ente finanziatore.
I vantaggi per chi richiede un mutuo cap sono molto rilevanti, perchè il mutuatario si mette al riparo da eccessivi rialzi dei tassi di interesse nel tempo, anche se, confrontando i cap con altri tipi di mutuo, si osserva un tasso di interesse iniziale più alto, che mette al riparo l'ente finanziario da eccessive perdite.



Comunque c'è da sottolineare anche il fatto che conviene informarsi sulle condizioni di questi mutui a tetto massimo, in quanto può capitare che il capped rate sia valido per un periodo inferiore alla durata dell'intero mutuo.

- MUTUI A TASSO BILANCIATO. Questo tipo di mutui sono composti da una parte a tasso fisso e di una parte a tasso variabile.
Il cliente decide quanta parte di ciò che dovrà restituire sarà pagato con tasso di interesse fisso e quanta parte a tasso variabile.
I vantaggi sono notevoli per il mutuatario in quanto potrà decidere autonomamente in base alle sue percezioni di fluttuazione dei mercati finanziari.
C'è da dire che questo tipo di mutui sono adatti a persone che hanno dimestichezza con la finanza e seguano costantemente l'andamento dei mercati.

- MUTUI A RATA COSTANTE E DURATA VARIABILE. Sostanzialmente sono mutui a tasso di interesse variabile che però prevedono una rata di valore costante.
Questo è possibile perchè il numero delle rate non è previsto dal contratto di mutuo, perciò all'aumento dei tassi di interesse la rata rimarrà sempre uguale a quella inizialmente pagata, ma l'ulteriore debito contratto a causa della fluttuazione dei mercati sarà saldato con una rata finale maggiorata o con più rate fino all'estinzione del mutuo.
Allo stesso modo un andamento decrescente del tasso di interesse causerà una riduzione della durata del mutuo.
Il mutuo a rata costante e durata variabile è consigliabile per chi non vuole sorprese nell'arco di tempo in cui dovrà pagare le rate del mutuo e preferisce la sicurezza di una rata sempre costante.

Ricordiamo comunque che con la Legge Bersani ad oggi il mutuatario puó trasferire il suo debito ad un'altra banca o istituto finanziario che proponga condizioni migliori per il proprio mutuo, annullando costi e formalità. Questo processo viene chiamato anche portabilitá del Mutuo, o anche surroga del mutuo.

Con la surroga del mutuo, la nuova banca subentrerá nella garanzia ipotecaria iscritta dal creditore originario.
La portabilità del mutuo può essere effettuata con un unico atto di surrogazione.
La banca o l'istituto creditizio che subentra provvede a saldare il vecchio debito rimanente e si sostituisce al creditore originario nei rapporti col mutuatario, in modo tale che il mutuatario rimborserà la nuova banca, alle nuove condizioni concordate bilateralmente.
I mutuatari di un immobile uso abitazione possono quindi oggi richiedere l'estinzione anticipata del mutuo senza pagare la penale di estinzione anticipata.

DISCLAIMER




Chi Siamo

Tassi Mutui

Contattaci


©2014 CREDITLANDIA .IT – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy